QUESTO PORTALE WEB UTILIZZA COOKIES TECNICI Ulteriori informazioni.

Ministero della pubblica amministrazione

logo

CONVITTO NAZIONALE VITTORIO EMANUELE II NAPOLI

 ALTERNANZA SCUOLA LAVORO

 ANNO SCOLASTICO 2018-2019

LINK AI LAVORI DEGLI ALUNNI:

https://alternanzaconvittonapoli.wordpress.com/

 

COMUNICARE LA SCIENZA

ENTE PROPONENTE:INAF-OAC

 Il progetto mira a valorizzare e promuovere la conoscenza scientifica, come strumento di crescita e Formazione dei giovani, attraverso la sperimentazione di nuove attività di divulgazione e di didattica che utilizzino nuove tecnologie e attività manuali.

Il progetto prevede più fasi:

  • Gli studenti impegnati nel progetto di alternanza lavoreranno a stretto contatto con gli
  • esperti INAF-OAC, partecipando ad un ciclo di lezioni su elementi di astrofisica;
  • Gli studenti utilizzando le conoscenze apprese si cimenteranno in attività

coinvolgenti condotte su dati osservativi professionali;

  • Gli studenti elaboreranno prodotti multimediali sulle attività condotte.

                      Si tratta di un percorso formativo fortemente interdisciplinare, che addestra all’uso del metodo

                      sperimentale e induttivo-deduttivo per interpretare la realtà fisica.

                    L’obiettivo è offrire strumenti teorici e pratici per capire in cosa consiste la ricerca in generale

                    e in campo astrofisico in particolare, usando un linguaggio accessibile ma rigoroso.

                    Tramite il contatto diretto con l’ambiente della ricerca, il progetto permette agli studenti di fare

                    esperienze di fisica avanzata, utilizzando gli strumenti dei professionisti.

                   ESPERTI: RICERCATORI OAC

                   DOCENTI ACCOMPAGNATORI: EDUCATORI

         MISSIONI SPAZIALI

Descrizione:

Ente Proponente: Cira Centro Italiano Ricerche Aerospaziali

Il CIRA, Centro Italiano Ricerche Aerospaziali, è una società a prevalente partecipazione pubblica che svolge attività di ricerca nelle discipline aeronautiche e spaziali, nata per volontà dello Stato italiano che ha voluto dotare il nostro paese di una capacità di ricerca e sviluppo tecnologico in campo aeronautico e spaziale adeguata a quella degli altri paesi europei, al fine di consentire alle imprese italiane di competere ad alti livelli sui mercati internazionali. Le attività svolte riguardano le tematiche più avanzate della ricerca aerospaziale: dallo studio di velivoli aeronautici e spaziali in grado di volare in modo autonomo e a velocità elevatissime, alla messa a punto di sistemi innovativi per ridurre l'impatto ambientale dei velivoli, aumentare la sicurezza del volo, rendere più efficiente la gestione del traffico aereo fino allo sviluppo di tecnologie abilitanti per i futuri sistemi di trasporto spaziale. Il CIRA partecipa ai principali programmi di ricerca europei e internazionali, collabora con le più importanti università e aziende aeronautiche e spaziali, italiane e straniere, ed è un forte attrattore di talenti e di investimenti industriali.

TUTOR AZIENDALE: ESPERTI CIRA

 MORSI DI SALUTE

Descrizione:

 Il progetto nasce dalla collaborazione tra i licei del Convitto Nazionale V.E.II e il - Corso di Laurea Magistrale in Odontoiatria e Protesi Dentaria (CLmOPD) – Prof. Letizia Perillo - Dipartimento Multidisciplinare di Specialità Medico-Chirurgiche e Odontoiatriche, dell’Università della Campania Luigi Vanvitelli di Napoli.

Il progetto formativo ha una durata annuale e prevede per ogni studente 40 ore di attività (per circa 20 studenti divisi in due gruppi) comprensive di formazione e tirocinio attivo svolto principalmente nella struttura ospitante.

Il percorso formativo sarà tenuto da odontoiatri guidati dalla prof.ssa Letizia Perillo, professore ordinario del Corso di Laurea Magistrale in Odontoiatria e Protesi Dentaria(CLmOPD) presso il Dipartimento Multidisciplinare di Specialità Medico-Chirurgiche e Odontoiatriche dell’Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli” di Napoli.

La proposta si configura come progetto integrato teorico-pratico che mira ad avvicinare gli studenti delle classi liceali sopra menzionate all’ambiente odontoiatrico.

Le attività relative all’alternanza saranno strutturate in questo modo: 24 ore di attività teorico-pratiche da svolgere presso la struttura ospitante e 16 ore da svolgere sviluppando progetti multimediali sotto varie forme quali presentazioni PowerPoint, allestimento di un sito, tesine inerenti l’argomento prescelto.

In questo percorso gli studenti verranno formati in merito ad aspetti quali:

La prima visita: gli studenti osserveranno come il paziente viene ricevuto la prima volta da un odontoiatra, verranno istruiti sugli accorgimenti e le attenzioni da riservare al paziente soprattutto se ansioso o in età pediatrica. Successivamente si passerà alla compilazione della cartella anamnestica per riportare tutto quanto ritenuto necessario per porre una corretta diagnosi e successivamente un piano terapeutico adeguato.

 L’esame clinico: gli studenti avranno modo di assistere all’esame clinico extraoralecon ispezione del viso e della postura del paziente, passando successivamente all’esame clinico intraorale con ispezione del cavo orale, delle   mucose, dei denti e delle altre strutture correlate.

  • Carie: gli studenti verranno istruiti su come diagnosticare una lesione cariosa clinicamente e radiologicamente, su come differenziare le carie in base alla loro gravità e su come
  • Parodonto: gli studenti verranno istruiti su come verificare lo stato di salute del parodonto e sulle eventuali possibili patologie dello stesso: ad esempio, riscontro di una tasca parodontale e misurazione della sua profondità. La sessione sarà poi completata dall’illustrazione della compilazione di una cartella clinica
  • Articolazione Temporo-Mandibolare: gli studenti verranno istruiti su come verificare lo stato di salute dell’articolazione temporo-mandibolare (ATM) e sulle eventuali possibili patologie, ad esempio, riscontro di un click articolare o di un bruxismo, palpazione articolare e muscolare e relativi test clinici e La sessione sarà poi completata dall’illustrazione della compilazione di una cartella clinica gnatologica.
  • Postura: gli studenti verranno istruiti su come verificare il tipo di postura presentata dal soggetto attraverso l’ispezione e semplici test clinici strumentali, ad esempio, riscontro di postura avanzata o posteriorizzata con relative connessioni all’apparato

Ogni incontro sarà preceduto da una lezione di un’ora preparatoria al tirocinio pratico successivo.

 TUTOR AZIENDALE: ESPERTI FACOLTA’ DI ODONTOIATRIA

UNIVERSITA’ DELLA CAMPANIA LUIGI VANVITELLI

  LA SCUOLA INCONTRA L'ARCHIVIO

Descrizione:  Il  percorso di ASL si propone di digitalizzare il patrimonio librario e di archivio storico del Convitto. Lo scopo è quello di salvaguardare e valorizzare documenti facilmente deperibili e facilitarne, attraverso la consultazione elettronica, la conoscenza da parte di un pubblico vasto; inoltre ci si propone di tutelare e conservare gli originali, la cui consultazione diretta può essere sostituita da quella di una copia digitale di alta qualità.

Obiettivi:

Rendere fruibile ad un'ampia utenza la consultazione del patrimonio in possesso del Convitto

ESPERTO ARCHIVISTA DELL’ASSOCIAZIONE SEBETIA ONLUS

 

PROGETTO ORIENTEERING

Descrizione:  Il progetto è costruito per rispondere a molteplici esigenze educative e formative pluridisciplinari, ricollegabili sia alla programmazione scolastica curricolare, sia allo

sviluppo della personalità e dell’autonomia degli studenti. Viene inoltre dato un senso compiuto e pratico alle diverse abilità proposte dalla scuola, impostando un’attività sportiva strutturata ed individuale mirata allo svolgimento di compiti di realtà, avendo l’attività sportiva valenza interdisciplinare, poiché coinvolge i saperi di diverse materie scolastiche. Il progetto coinvolgerà i seguenti aspetti:

  • Personalità (autonomia e autostima), socializzazione (confronto e rispetto delle regole), cooperazione (solidarietà); · acquisizione di competenze specifiche e trasversali, sistematiche e spendibili immediatamente in molti aspetti nella vita quotidiana; · Avviamento alla pratica

Ente Proponente: Il Circolo Velico Lucano è una società sportiva che sorge a ridosso dalla Riserva Naturale del Bosco Pantano di Policoro, a pochi passi dal mare. La società sportiva promuove da trent’anni attività sportive come la vela, il canottaggio, il nuoto, il wind-surf, il Kiteboarding, l’Orienteering, l’equitazione, ed ogni altra disciplina sportiva volta alla conoscenza e valorizzazione dell’ambiente naturale e considerata come opportunità di esplorazione, avventura e socializzazione. I progetti da essa realizzati per le scuole sono specifici in riferimento alle differenti tipologie di percorsi di studio degli allievi, nell’ottica di offrire una offerta formativa adeguata ed innovativa

Il CONI, il MIUR, l’Università del Salento, il CIP e l’UNESCO accreditano tali iniziative riconoscendosi negli obiettivi e nelle finalità.Il Circolo Velico Lucano è, inoltre, affiliato ad altre Federazioni Sportive quali: C.S.I. (Centro Sportivo Italiano), F.I.S.N. (Federazione Italiana Sci Nautico), F.I.T.E.E.C. A.N.T.E. (Federazione Italiana Turismo Equestre E di Campagna). Questo permette al CVL di avvalersi per lo svolgimento dette sue attività di istruttori qualificati e di grande esperienza.

 OBIETTIVI DEL PROGETTO

L’ obiettivo principale è favorire la socializzazione e l’ aggregazione dei vari gruppi di allievi, il che permette loro di conoscersi meglio e fare  squadra.

TUTOR ESTERNO: ESPERTI DEL CIRCOLO VELICO LUCANO

 

DIETETICA E MEDICINA DELLO SPORT

DIPARTIMENTO DI SANITA' PUBBLICA FACOLTA' DI MEDICINA E CHIRURGIA UNIVERSITA DEGLI STUDI DI NAPOLI FEDERICO II

Il percorso tematico, suddiviso in più moduli, permetterà di cogliere le logiche e le attività organizzative approfondendo il “dietro le quinte” di una realtà aziendale operante nell’ambito della sanità, con un diretto coinvolgimento degli studenti in specifiche attività ambulatoriali di dietetica e medicina dello sport.

In particolare, il progetto permetterà di maturare conoscenze teoriche, scientifiche e professionali, relative alla medicina delle attività fisico-motorie e sportive, con prevalente interesse alla tutela della salute dei praticanti tali attività, in condizioni fisiologiche e patologiche.

Ha competenze, pertanto, nella fisiopatologia delle attività motorie nonché nella valutazione funzionale, nella diagnostica e nella clinica legate alle attività motorie e sportive nell’età evolutiva, adulta ed anziana, negli stati di malattia e di disabilità eventuali.

Al fine di raggiungere gli obiettivi didattici del percorso di alternanza scuola-lavoro, le attività formative si articoleranno in attività didattiche frontali propedeutiche ad attività eminentemente pratiche presso gli ambulatori medici identificati.

 

 

 

Si tratta di una metodologia didattica innovativa che valorizza l’aspetto formativo dell’esperienza pratica. Gli stessi settori di intervento individuati, alimentazione e medicina dello sport, mettono in luce la volontà di inserire gli studenti in un ambiente fortemente rivolto ai cittadini e formativo rispetto alla cultura ed alle azioni dell’azienda policlinico dell’Università di Napoli “Federico II” .

È fondamentale inoltre chel’esperienza di alternanza scuola lavoro si fondi su un sistema di orientamento, concepita anche in vista delle scelte degli studenti successive al conseguimento del diploma quinquennale. Rappresenta un enorme investimento culturale che smonta il sistema rigido della scuola attuale e consente agli studenti di conoscere e sperimentare la cultura del lavoro, acquisire nuove     esperienze umane, verificare le competenze apprese in classe, orientarsi in vista delle scelte future.

 Lo scopo di questo progetto è la promozione della cultura del lavoro in ambito clinico-assistenziale, in particolare la sua organizzazione interna, la struttura gerarchica, i ruoli delle persone occupate, le relazioni interpersonali, i diritti e i doveri del lavoratore, le produzioni e i servizi realizzati e messi a disposizione del territorio. L’ambito scientifico-disciplinare identificato è strettamente correlato all’indirizzo scolastico in corso.

L’esperienza pratica degli studenti che prenderanno parte a questo percorso avrà come obiettivo lo sviluppo della capacità di essere in grado di effettuare una completa valutazione clinica e strumentale dello sportivo, a riposo e sotto sforzo, ed acquisire gli strumenti per una corretta valutazione dei comportamenti neuro- e psicomotori e delle motivazioni alla pratica sportiva, specie in età evolutiva;

 

 

I ragazzi avranno così modo di toccare con mano che cosa significa lavorare nell’aziende sanitarie, in particolare in ambito ambulatoriale dove è necessario prendere decisioni adeguate in tempi brevi, interpretare situazioni complesse con imparzialità, controllare l’emotività in situazioni di stress e acquisire l’abitudine all’assunzione di responsabilità.

 ESPERTI: DOCENTI UNINA

MODEL EUROPEAN PARLIAMENT ITALIA-PROGETTO MEP

Descrizione:

 

Il soggetto ospitante, M.E.P. Italia (Model EuropeanParliament Italia), è un’associazione culturale, apolitica e senza fini di lucro, costituita nel 1996 da insegnanti e studenti, che si propone di educare le giovani generazioni alla cittadinanza europea, in particolare attraverso eventi e sessioni di simulazione del Parlamento Europeo.

Negli anni, essa ha costruito una estesa rete europea di partners oltre che di reti territoriali di scuole MEP sul territorio italiano.

Nello specifico, l’associazione MEP Italia organizza, una volta l’anno, in diverse città italiane, degli incontri tra studenti delle scuole delle varie regioni per simulare le attività del Parlamento Europeo.

Ogni istituto è rappresentato da una delegazione di 6 allievi precedentemente selezionati attraverso sessioni di istituto, cittadine e/o regionali.

Qui, i delegati assumono il ruolo di europarlamentari e svolgono diverse attività: vengono suddivisi in commissioni, corrispondenti alle vere commissioni del Parlamento Europeo, e devono quindi occuparsi di questioni attinenti, ad esempio, ai problemi costituzionali, all’ambiente e alla sanità pubblica, alla parità fra i generi, all’agricoltura, e così via .

Dopo un’iniziale attività di team building ai fini di una reciproca conoscenza, i ragazzi lavorano su temi di attualità politica e culturale per preparare delle proposte di risoluzione da discutere insieme.

Successivamente le varie commissioni confluiscono in una grande Assemblea corrispondente alla seduta plenaria del Parlamento Europeo, dove tutte le risoluzioni vengono illustrate, discusse e votate.

L’intero lavoro, che si articola in varie giornate, viene svolto con grande consapevolezza da parte degli studenti che, oltre ad avere un’autonoma preparazione pregressa sulle tematiche da affrontare, sono tenuti a rispettare le norme regolamentari in vigore presso l’Assemblea di Strasburgo.

Tutte queste attività vengono dirette e coordinate da studenti, definiti Chair (o Presidenti di Commissione) e Presidenti di Assemblea, che vengono scelti tra coloro che hanno già svolto l’esperienza nei precedenti anni e che si sono distinti per capacità ed interesse.

Per la gran parte dei partecipanti l’esperienza termina a questo punto, ma per i migliori “europarlamentari” c’è la possibilità di ripetere l’esperienza ad un livello più alto, partecipando alle sessioni internazionali/euroregionali in cui i lavori vengono svolti esclusivamente in lingua inglese.

TUTOR ESTERNO: RESPONSABILI MEP ITALIA

 IN TOUR CON I PELLEGRINI

Descrizione:

 ENTE PROPONENTE: AUGUSTISSIMA ARCICONFRATERNITA DEI PELLEGRINI

Il complesso monumentale dei Pellegrini sorge nel popolare rione della “ Pignasecca”, a pochi passi da “Spaccanapoli”. Fondato nel 2008 come Museo di Interesse Regionale.

Comprende due chiese, gallerie e sale storiche

 La chiesa cinquecentesca di Santa Maria Mater Domini

  • La chiesa settecentesca della Santissima Trinità opera di Giovanni Antonio Medrano e Carlo Vanvitelli, con una particolare pianta a due ottagoni collegati da rettangoli
  • La Terra santa e il Coro, in radica di noce opera di Medrano e cupola con motivi in oro zecchino disegnati dal’Architetto

 La collezione della Cappella delle Reliquie, i preziosi arredi ed oggetti liturgici accompagnano il visitatore lungo una storia che dura dalla fine del cinquecento. L’Archivio Storico, dal 1988 “Archivio di notevole interesse storico”, comprende 1200 volumi e registri e moltissime preziose pergamene. A queste opere pregevoli si aggiunge anche la chiesa di San Michele Arcangelo

ABSTRACT

Il progetto si pone l’obiettivo di introdurre gli studenti dei Licei in un percorso di presentazione ai visitatori delle opere artistiche del Complesso Museale dei Pellegrini e della Chiesa di San Michele Arcangelo nelle lingue italiano, inglese, francese e spagnola, al fine di favorire una conoscenza più diretta e approfondita del patrimonio storico-artistico cittadina di offrire agli studenti un’ opportunità formativa importante per la propria crescita personale e per l’acquisizione di    competenze utili ad orientare le future scelte professionali.

Obiettivo del progetto è l’attuazione di una modalità di apprendimento che possa arricchire l’esperienza scolastica in aula con un’attività più pratica, da svolgersi sul campo, valorizzando gli interessi e le inclinazioni personali degli studenti.

ESPERTO DELL’ARCICONFRATERNITA

 COMUNICARE L'ARTE

Descrizione:

Ente proponente : ASSOCIAZIONE GESTIONI MUSEALI- Museo del Tesoro di San Gennaro-Museo Filangieri

L’idea che sta alla base del progetto muove dal bisogno di collegare il sapere, obiettivo prioritario dei Licei, al saper-fare, in modo da rendere possibili proficue applicazioni pratiche del sapere teorico acquisito . L'alternanza scuola lavoro può diventare un volano per potenziare il ruolo sociale della scuola sul territorio e inquadrare in chiave innovativa il rapporto insegnamento-apprendimento, facendo emergere l'interazione tra attività didattiche in aula e esperienze vissute nei contesti di lavoro dove tutta la comunità scolastica, docenti e studenti, consolida conoscenze, abilità e competenze e ne acquisisce di nuove. Anche il percorso tradizionale di studio ne trae beneficio, in quanto si promuovono, attraverso l'alternanza, dei processi di cambiamento implementando le competenze di base, tecnico- professionale e trasversali. Il progetto sarà svolto in sinergia con il Museo del Tesoro di San Gennaro -Polo Museale di altissimo valore storico, artistico, culturale e spirituale dedicato alle straordinarie opere appartenenti al Tesoro di San Gennaro.

ESPERTO DELL’ASSOCIAZIONE GESTIONE MUSEALE

REPUBBLICA@SCUOLA

Descrizione:

 

Il progetto è riservato a scuole iscritte a Repubblica@scuola e prevede attività a distanza con gli strumenti che la tecnologia offre, come le videoconferenze .Il progetto di ASL proposto da Repubblica offre agli studenti partecipanti la possibilità di conoscere il funzionamento della redazione di un gruppo editoriale e sperimentare l’esperienza professionale di un giornalista in ambito digitale.

Gli studenti vengono guidati alla conoscenza più ampia possibile dell’organizzazione del giornale cartaceo e on line da parte delle diverse professionalità coinvolte e hanno la possibilità di sperimentare le diverse forme di giornalismo legate ai nuovi media.Il tutto attraverso tutorial video, materiali di approfondimento e videoconferenze.

Il progetto è articolato in tre fasi , prevede sei giorni di videoconferenze arricchiti da video di approfondimento e attività da svolgersi in autonomia per 3 settimane, presumibilmente nel periodo tra novembre e giugno secondo un calendario prestabilito che sarà comunicato da Repubblica.it.

Nella I fase i ragazzi potranno avvicinarsi al mondo dell’informazione attraverso il tutor di Repubblica.it in videoconferenza . Nella II fase gli studenti avranno modo di affinare e concludere i contenuti originali su cui avranno cominciato a lavorare nei primi 5 giorni.

Nella 3 fase i ragazzi e i docenti potranno confrontarsi con i tutor di Repubblica.it sugli elaborati realizzati .

TUTOR ESTERNO: PERSONALE REDAZIONE DI REPUBBLICA

 

SIFA STEM

Descrizione:

 ENTE PROPONENTE: ASSOCIAZIONE SOROPTIMIST ITALIA

 Rivolto alle studentesse delle scuole secondarie per rimuovere fra le giovanissime gli stereotipi che impediscono una libera scelta e per promuovere l'interesse per le carriere STEM ( dall'inglese Science, Technology, Engineering and Mathematics, è un termine utilizzato per indicare le discipline scientifico-tecnologiche (scienza, tecnologia, ingegneria e matematica) e i relativi corsi di studio.

Il progetto SI fa STEM attuato nelle scuole vuole implementare un cambiamento di mentalità, con la consapevolezza che, per incidere sulla realtà sociale, sia necessario partire dalle aule scolastiche. Lo scarso numero di laureate nelle facoltà tecnico- scientifiche rappresenta una indubbia perdita non solo per il mercato del lavoro nazionale, ma per la crescita stessa economica e sociale del nostro paese come dell’intera Europa (in Italia nelle facoltà scientifiche gli iscritti sono il 68% contro il 32% di iscritte, una distanza che sale fino al 75% contro il 25% al livello di dottorato).

Il progetto si propone di aiutare gli studenti a operare scelte consapevoli, non dettate da preconcetti o stereotipi di genere che peraltro incidono ancora fortemente nei momenti di decisioni che influiranno su una vita intera. In particolare , dalle ricerche socilai emerge che, a incidere sulla scelte professionali delle studentesse non sono i risultati scolastici, quanto la convinzione che alcuni ambiti (soprattutto quello legato all’ingegneria) siano tipicamente maschili, l’dea diffusa che una cultura generalista aiuti la conciliazione, ma anche il timore che le discipline Stem presentino maggiore difficoltà, pregiudizio che sta alla base della paura di non farcela e che affonda le sue radici molto lontano, addirittura nella prima infanzia.

 

ESPERTO DELL’ASSOCIAZIONE SOROPTIMIST CLUB NAPOLI

 

WE CAN JOB

Descrizione:

 

Alternanza WeCanJob è un’attività di Alternanza Scuola Lavoro formativa in ambiente e-learning in preparazione all’esperienza di stage in strutture ospitanti, che include:

 attività pratiche di autovalutazione e simulazione

  • valutazione e certificazione delle competenze acquisite

 Ambito di intervento: orientamento formativo e professionale, elementi base di sociologia del lavoro, organizzazione aziendale e commerciale.

Il percorso offre agli studenti la possibilità di accrescere le competenze relative al mondo del lavoro e la conoscenza di loro stessi. In questo modo Alternanza e Orientamento diventano componenti di un unico processo di conoscenza e consapevolezza cumulative.

 

 

 

 

 

TUTOR ESTERNO: PIATTAFORMA WE CAN JOB

COSTO: GRATUITO

 

 

 

 

 

 

 

In primo piano

URP

Convitto Nazionale "Vittorio Emanuele II"
Piazza Dante, 41 - 80135 Napoli
Tel: 0815491740
Fax: 0815499385
PEO: navc010009@istruzione.it
PEC: navc010009@pec.istruzione.it
Cod. Mecc. navc010009
Cod. Fisc. 80014710638
Fatt. Elett. UFTHXL